L’evoluzione delle unghie nel 2020, smalto semipermanente e semigel: cosa sono e quali sono le differenze?

Il mondo delle unghie è in continua evoluzione e ad oggi esistono tantissimi prodotti diversi che rendono le nostre unghie più belle e curate. Vediamo insieme le differenze tra smalto semipermanente e semigel.

differenze tra smalto semipermanente e semigel

Quando parliamo di semipermanente, dobbiamo considerare che i trattamenti per le unghie non sono tutti uguali e, benché sembrino molto simili tra loro, hanno in realtà caratteristiche molto diverse, in termini di durata e rimozione, ad esempio. Quando scegliamo di fare questo servizio, la prima cosa da fare è capire realmente qual è la nostra reale esigenza.

Vediamo insieme le differenze tra i vari trattamenti:

– SMALTO SEMIPERMANENTE CLASSICO: sottile come uno smalto, ma molto più duraturo, estremamente brillante e resistente a graffi e sbeccature, garantisce una durata di 3 settimane ed è consigliato per chi desidera un colore perfetto a lungo sulle unghie. È il trattamento più utilizzato nei saloni di bellezza.

Scopri i Gel polish di Jemis

– SEMIGEL: tecnica innovativa, resistente come un gel, ma sottile come un semipermanente.

Molto più vicino al gel, per la sua lunghissima durata e corposità, viene da tanti definito il “semipermanente 3D EFFETTO GEL”, che garantisce una durata di 4 settimane ed è adatto per chi vuole avere sempre unghie belle, colorate e lucide per più tempo possibile.

Scopri la Linea “Canova” by Jemis

– SMALTO SEMIPERMANENTE “NO STRESS”: per le donne che non amano la lima, non sopportano la ricrescita o vogliono cambiare colore ad ogni occasione, che nello stesso tempo ricercano un trattamento impeccabile che non crei sofferenza all’unghia. Per questo le grandi aziende di nails, oltre che offrire il classico semipermanente, creano una linea specifica, che garantisce allo stesso tempo una durata di 2 settimane e la massima brillantezza.

Scopri la Linea “Hera” by Jemis

La rimozione del semipermanente

Tra le differenze più evidenti tra smalto semipermanente e semigel c’è senza dubbio la modalità di rimozione.

Consideriamo che più il semipermanente è resistente, più sarà difficile da rimuovere: mentre il semipermanente leggero “no stress” si toglie semplicemente con il solvente in pochi minuti, il classico semipermanente richiede oltre che il solvente, con tempi di posa più lunghi, anche l’utilizzo della lima; il semigel infine si rimuove soltanto con la lima.

Tutte noi donne infatti vogliamo avere mani curate e alla moda e, quando decidiamo di sottoporci ad un servizio di manicure con semipermanente, una delle nostre prime considerazioni è: “Ma poi come lo rimuovo?”. Sicuramente NON DA SOLE!

Parliamo quindi con la nostra estetista e facciamole sapere cosa desideriamo per la rimozione: lima, fresa o semplice solvente?

differenze tra smalto semipermanente e semigel

differenze tra smalto semipermanente e semigel

A questo punto non ci resta che correre nel nostro salone di bellezza e richiedere il prodotto più adatto alle nostre esigenze.

“La cura e la decorazione delle unghie sono per una donna una delle espressioni più visibili della sua femminilità “

Cit. Maria Grazia Lucarini

differenze tra smalto semipermanente e semigel